Tag

, ,

Agorà (Spagna – 2009) di Alejandro Amenabàr                                       Interpreti: Rachel Weisz, Max Minghella, Oscar Isaac, Ashraf Barhom, Minchael Lonsdale, Rupert Evans

El-cosmos-segun-Amenabar-3_noticia_main

Tutto ciò che è sconosciuto, ignoto, ha sempre spaventato l’essere umano. Oggi, nell’ irrefrenabile corsa contro il tempo, nella ricerca costante del “nuovo” tipica della società consumistica in cui viviamo, lascerebbe pensare che non sia così. Eppure chi pensa diversamente, chi prova a cercare “un’altra via”, discostandosi dal pensiero dominante, viene sempre visto con paura.

Il bellissimo film di Alejandro Amenabàr (regista di un’abilità e poliedricità unici, come dimostrarsi abilmente fra i generi del thriller, della fantascienza e del dramma) racconta da un lato le vicende storiche che portarono alla distruzione della biblioteca di Alessandria (con gli scontri tra cristiani e pagani prima, e tra ebrei e cristiani dopo), dall’altro la vicenda umana di una donna al di fuori dagli schemi, che consacrò la sua vita alla scienza, mettendo in secondo piano sia l’amore che la fede religiosa.

Agorà narra infatti la storia di Ipazia, matematica e filosofa di Alessandria d’Egitto che, secoli prima di Copernico e Galileo, aveva fatto proprie le teorie tolemaiche che rifiutavano l’idea geocentrica dell’universo: e se da un lato il film farà storcere il naso agli storici per come romanza un po’ troppo la vita della protagonista, dall’altro si fa comunque apprezzare per il lirismo delle sequenze, per l’interpretazione magnifica della Weisz, e per come descrive Ipazia e la sua ricerca spasmodica di una luce, in fondo a un tunnel fatto di ignoranza e preconcetti, che potesse illuminare il futuro dell’umanità. Una ricerca fatta in nome di un bene più grande, quello della conoscenza, che Ipazia pagò a caro prezzo, per il semplice motivo di non avere mai accettato nessun tipo di convenzione (sociale, religiosa), cosa che, oggi come allora (ahimè), genera paura e sospetto.

Articolo pubblicato anche su http://discutibili.com/

Annunci